Poesie

La Torre delle Ore. Poesia di Giovanni Parensi.

Suonano i rintocchi ad un ritmo regolare, come quando si fa l’amore. D’improvviso sul Fillungo vedi svettar la torre civica delle ore, dotata d’un orologio dal meccanismo perfetto, che come il battito di un cuore sano non sgarra mai di … Leggi di più

Il Fillungo. Poesia di Giovanni Parensi.

Fin subito dopo Piazza Santa Maria, si apre davanti a te, la nostra più famosa via. Simbolo del nostro struscio quotidiano, ci prende per mano. Lungo il suo tragitto potrai imbatterti nell’Anfiteatro e in San Frediano, nobili manufatti e luoghi … Leggi di più

Sei porte. Poesia di Giovanni Parensi.

Sei porte aperte verso l’infinito. Sei porte aperte verso chi non ti ha mai tradito. Sei porte aperte lungo le tue mura, splendido esempio di architettura sposata con la natura. Scrigno prezioso che racchiude la tua infinita bellezza. Opera di … Leggi di più

Santa Zita, poesia di Giovanni Parensi

Dolce ancella della famiglia Fatinelli, il pane che davi ai poveri di nascosto e senza fare rumore, si trasformò in fiori multicolori, di fronte a chi ti riproverò con lo sguardo severo ed inquisitore. Ogni 27 aprile Lucca ricorda il … Leggi di più

Palazzo Pfanner, poesia di Giovanni Parensi

Tu, dimora di così alto lignaggio, per gioco ti sei prestata a quel burlone del Marchese del Grillo, che ha usato il tuo balcone per mettere in atto del vil popolino il suo dileggio. Un grande Albertone ha reso lustro … Leggi di più

piazza dell'anfiteatro

L’Anfiteatro – Poesia di Giovanni Parensi

Ai tempi dell’impero romano, eri l’inquietante scenario di feroci scontri tra belve feroci ed uomini in catene, costretti con metodi atroci a scontare le loro pene. Le tue bianche vestigia sono state razziate con cupidigia. Alle chiese di Lucca hanno … Leggi di più

San Michele – Poesia di Giovanni Parensi

San Michele Dall’alto della tua sommità vigili su tutta l’umanità. Arcangelo dell’amore, a Lucca hai lasciato il tuo cuore. La Vergine Maria è la tua dolcissima pietra d’angolo. Ha fatto di te il suo simbolo. Il Burlamacchi ti volta le … Leggi di più

San Frediano – Poesia di Giovanni Parensi

Dietro la tua facciata maestosa Santa Zita riposa. Il tuo mosaico di fronte al cielo è un tripudio di colori. Sia col caldo che col gelo, a San Frediano fai gli onori. Il tuo fonte battesimale, opera d’arte sublime, è … Leggi di più

Le mura. Poesia di Giovanni Parensi.

Da cinta difensiva in passeggiata distensiva vi siete tramutate. In tutto il mondo siete così tanto amate. Per ogni turista siete le prime della lista. Anche i lucchesi sopra di voi ci hanno lasciato il cuore. Chi per necessità la … Leggi di più

La pietra del diavolo – Poesia di Giovanni Parensi

La superbia di Martino fu da lui riconosciuta solo in punto di morte. Per dare prestigio alla sua famiglia, e per mostrare al mondo del suo palazzo la grande meraviglia, non esito’ a far abbattere la sacra icona della Vergine … Leggi di più