QUALCHE ORA A BARGA...

Un tour per vedere tutte le attrazioni più famose ma anche quelle più nascoste di Barga

2/3 Ore 2 o più persone Foto Punti ristoro

Itinerario

Durante questo tour vedrai Porta Reale, il Conservatorio di Santa Elisabetta, la Collegiata di San Cristoforo, il Piazzale dell'Arringo, Palazzo Pretorio, Piazza Balduini, la Piazza del Comune, Piazza Angeli, il Teatro dei Differenti, Palazzo Mordini e la Chiesa della Santissima Annunziata.

Porta Reale

Questa porta rappresenta la principale entrata alla rocca della città. Questa era un tempo chiamata Mancianella e guadagnò l’appellativo di “reale” in occasione della visita compiuta a Barga da Leopoldo I di Lorena nel 1787. La porta conserva sul lato interno un primo simbolo della sottomissione della città a Firenze.

Conservatorio di Santa Elisabetta

Convento femminile istituito a partire dalla metà del XV secolo che vide la costruzione della propria chiesa a partire dal 1506, quando le monache chiesero il permesso di edificare in adiacenza alle mura cittadine. All’interno della chiesa opere d’arte di rilievo, tra cui due terre invetriate: la Madonna col bambino in ghirlanda di fiori e frutta (1505) realizzata da Giovanni della Robbia e la cosiddetta Madonna della Cintola (1510), della bottega fiorentina di Benedetto Buglioni.

Collegiata di San Cristoforo

Sorge sulla sommità della rocca che domina la cittadina. Si tratta di una notevole realizzazione, tipica dell’architettura romanica, che ha vissuto differenti fasi di costruzione e di ammodernamento nel corso dei secoli. L’interno mantiene ancora lo splendido assetto medievale, con il complesso del recinto presbiterale integro e il pulpito attribuito a Guido Bigarelli da Como (XIII secolo).

Piazzale dell’Arringo e Palazzo Pretorio

Alla sinistra del Duomo il piazzale dell’Arringo, dove una volta si svolgevano i processi pubblici, e il Palazzo Pretorio, un tempo fulcro dell’amministrazione civile della città, oggi sede del Museo Civico del Territorio intitolato ad Antonio Mordini.

Palazzo Balduini

Il palazzo fu probabilmente il primo edificio realizzato nel progetto di ammodernamento della Barga fiorentina iniziato nel 1526 e infatti rimane fedele ai canoni dell’architettura fiorentina rinascimentale. Qualcuno afferma che proprio il celeberrimo fiorentino Ammannati abbia progettato il palazzo. Sulla facciata ancora un altro simbolo della presenza fiorentina: lo stemma mediceo.

Piazza del Comune

Come preannuncia il nome della piazza qui si affaccia il Palazzo Pancrazi, oggi sede dell’amministrazione municipale. Ancora una volta si tratta di un palazzo di ispirazione fiorentina con elementi della tradizione della Garfagnana, come il bugnato a punta di diamante intorno a porte e finestre. Altra testimonianza dell’influenza fiorentina è colonna con lo stemma mediceo posta al centro della piazza, e il marzocco, leone simbolo di Firenze, collocato di fronte alla loggia dell’antico mercato.

Piazza Angelio

Piazza incorniciata da raffinati edifici, tra i quali si distingue Palazzo Angeli che riporta lo stemma gentilizio della famiglia Angeli e l’arme dei Medici segno dell’obbedienza della famiglia a Firenze. La piazza è conosciuta anche come Piazza Pietro Angeli, in memoria dell’illustre umanista (1517-1596) che Cosimo I de Medici volle nella propria cerchia di letterati.

Teatro dei Differenti

Questo edificio all’esterno non è facilmente riconoscibile come struttura teatrale, ma nell’organizzazione dei suoi interni, rappresenta un esempio del tipico teatro all’italiana, ideato ad arte anche sotto il profilo dell’acustica. Il primo teatro fu edificato su impulso dell’Accademia dei Differenti, istituzione nata nel 1688 per favorire lo studio della recitazione. L’edificazione della struttura odierna risale al 1793, affidata al capomastro lucchese Michele Lippi.

Palazzo Mordini

Casa Natale di Antonio Mordini, politico e senatore del Regno d’Italia, compagno di Garibaldi, che ricoprì la carica di Ministro dei lavori pubblici (1869). Il seicentesco palazzo conserva uno dei più importanti archivi risorgimentali d’Italia, con documenti relativi all’intenso periodo 1830-1902, fondamentali per ricostruire le vicende del processo di unificazione, ma anche i primi anni di vita parlamentare dello stato italiano.

Chiesa della Santissima Annunziata

Edificata nel 1595 dalle famiglie principali di Barga per custodirvi due statue lignee raffiguranti l’Annunciata e l’Angelo Annunciante di un maestro toscano dei primi decenni del Trecento. All’interno un’opera del pittore barghigiano Baccio Ciarpi, maestro a Roma del noto Pietro da Cortona.

Vuoi goderti quest'esperienza al massimo?

Contatta la guida che ti accompagnerà

I nostri tour sono studiati per essere svolti in completa autonomia, ma puoi sempre decidere di essere accompagnato da una delle nostre guide autorizzate.

Sara Menici

Mi chiamo Sara e mi aggiro sempre sulla fine della ventina. Mezza pisana, mezza lucchese, ma nata e cresciuta in questa città. Laureata in Lingue e Letterature Straniere, indirizzo storico-artistico, a Pisa, e Guida Turistica abilitata in lingua francese.

Vedi la mia pagina su "welcome2lucca"

Potrebbe interessarti anche...

Alcuni nostri consigli sui tour della stessa durata di quello che stai visualizzando adesso

2/3 ore

Lucca e la Via Francigena, fra Santi e pellegrini

Un tour che percorre i luoghi dei pellegrinaggi soprattutto di epoca Medievale

Vai al tour!
2/3 ore

Le leggende lucchesi

Un tour che tocca i luoghi che riguardano alcune delle più curiose leggende lucchesi

Vai al tour!
Vedi tutti i nostri tour organizzati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>