TOUR CLASSICO DI LUCCA IN BICICLETTA

Un modo un po' diverso e divertente di scoprire la città di Lucca

2/3 Ore 2 o più persone Foto In bicicletta

Introduzione

Un modo un po’ diverso e divertente per scoprire la città, che accontenta sia grandi che piccini: il tour si svolgerà parzialmente sulle mura rinascimentali e parzialmente fra le vie e le piazze principali del centro storico, il tutto sempre in sella ad una comoda bicicletta!

Itinerario

Il percorso prevede Porta Santa Maria, il Baluardo San Martino, Piazza del Giglio, Piazza Napoleone, la Cattedrale di San Martino, Piazza San Michele, Palazzo Pfanner, la Basilica di San Frediano e Piazza Anfiteatro.

Porta Santa Maria

La seconda più antica delle prime tre porte di accesso alla città aperte nelle mura cinquecentesche, sul lato nord, ovviamente dedicata alla Vergine. Saliremo su questo imponente anello murario che circonda il centro storico, anticamente fortezza difensiva e risultato finale di una lunga ed affascinante evoluzione che vi verrà raccontata dalla vostra guida, fino ad essere trasformato in lussureggiante parco e passeggio cittadino agli inizi del 1800.

Baluardo San Martino

Uno degli 11 baluardi realizzati intorno alla cinta muraria rinascimentale, elemento addizionale di difesa munito di feritoie dove i soldati ponevano i cannoni ed al cui interno si trovavano depositi di munizioni e piazze d’armi, alcuni dei quali oggi utilizzati per diversi scopi (luogo di ristoro, area giochi, etc…)

Orto Botanico

Proseguendo la nostra pedalata, potremo vedere dall’alto l’Orto Botanico, un piccolo gioiello realizzato agli inizi del 1800 per volere della Duchessa Maria Luisa di Borbone, inizialmente concepito come luogo di studi del Real Liceo, la prima università lucchese.

Via del Fosso

Scenderemo quindi verso uno dei quartieri più pittoreschi della città, lungo la Via del Fosso, dove si potrà ammirare la Porta SS. Gervasio e Protasio, la porta che si apriva lungo il lato est della cinta di mura medievale, nonché le tante casette provviste di ballatoi o balconcini.

Baluardo Santa Maria e Baluardo San Colombano

Risalendo sulle mura, proseguiremo il nostro percorso fino al Baluardo Santa Maria, il più antico di tutti, passando dal San Colombiano, da cui si ha una magnifica visita della Cattedrale di San Martino, la cui facciata si andrà a scoprire a breve.

Piazza del Giglio e Piazza Napoleone

La zona più “nuova” della città, due piazze di epoca ottocentesca che prendono il nome dalle due governatrici della città a quel tempo: Piazza del Giglio, che ci rimanda alla Duchessa Maria Luisa di Borbone, poiché il giglio è simbolo della casata borbonica, al cui centro si erige la statua raffigurante Giuseppe Garibaldi, “l’eroe dei due mondi”. Nella piazza si trova anche il Teatro pubblico, anch’esso intitolato ai Borbone, dove ancora oggi si tengono molti eventi che tengono in vita la sua storia secolare.
La Piazza Napoleone si riferisce invece a colei che precedette al potere la Duchessa Maria Luisa, ovvero la Principessa Elisa Bonaparte Baciocchi, sorella di Napoleone: fu proprio lei a voler realizzare un’ampia piazza in stile francese di fronte alla sua residenza, l’attuale Palazzo Ducale, costruito secoli prima per ospitare i vari regnanti della città. Per far questo, Elisa ordinò la demolizione dei vari edifici che occupavano quell’area, decisione non molto gradita dai Lucchesi che, infatti, successivamente pensarono bene di sostituire la scultura raffigurante Napoleone con colei che fu di certo più amata, ossia la Duchessa Maria Luisa, che tutt’oggi fa bella mostra di sé al centro della piazza.

Cattedrale di San Martino

Una facciata riccamente decorata con calcare e marmi colorati, costituita da tre ordini di loggette con colonne tortili e da uno splendido porticato che presenta basso e medio-rilievi riferiti a soggetti religiosi e terreni. Scolpito sul pilastro destro, a ridosso del campanile, c’è anche un misterioso labirinto rotondo, il cui significato vi verrà svelato dalla guida che vi accompagna…

Piazza San Michele

Il cuore della città da sempre, area corrispondente all’antico “forum” della città romana all’intersezione fra Cardo e Decumano. Oggi un “museo a cielo aperto”, dove si può percepire l’evoluzione architettonica e stilistica degli edifici che ruotano attorno alla magnifica Chiesa in stile romanico pisano-lucchese dedicata a San Michele. La sua facciata presenta archi ciechi decorati a losanghe nella parte inferiore e loggette con colonne marmoree decorate con i più svariati soggetti, dalle figure geometriche agli elementi floreali, fra cui spiccano animali fantastici e mostruosi dal significato simbolico. Sulla sommità dell’edificio, svetta imponente la statua dell’arcangelo Michele nell’atto di uccidere il grande drago, il serpente antico sotto ai suoi piedi che simboleggia il diavolo.

Area ex Manifattura Tabacchi

Ritorniamo sulle mura, dirigendoci verso la zona ovest, dove si potrà scorgere l’edificio che un tempo ospitava la Manifattura Tabacchi (oggi trasferitasi nell’immediata periferia), eccellenza locale per la produzione del sigaro toscano da circa 3 secoli e dove vedremo l’area che anticamente era utilizzata per il “Palio” cittadino.

Palazzo Pfanner

Altra vista imperdibile dalle mura è uno splendido esempio di architettura barocca, Palazzo Pfanner. Costruito nel 1660 come residenza privata appartenuta alla famiglia Moriconi prima, ed alla Controni successivamente, al suo esterno si pregia di un incantevole giardino all’italiana. Alla metà del XIX secolo, il Palazzo divenne il primo birrificio cittadino grazie a Felix Pfanner, mastro birraio di origini bavaresi che arrivò a Lucca a seguito di un decreto emanato dall’allora Duca Carlo Ludovico di Borbone, il quale desiderava che a Lucca si iniziasse a produrre birra per mano tedesca. Felix fece talmente tanta fortuna da acquistare l’intero palazzo e la birreria rimase in attività fino al 1929. Sebbene oggi non vi si produca più alcuna bevanda, Palazzo Pfanner è diventato un interessante museo, nonché location per eventi di prestigio o cerimonie e talvolta utilizzato come set cinematografico.

Basilica di San Frediano

Scendiamo nuovamente in centro storico per dare un’occhiata ad un’altra bellissima chiesa, la Basilica di San Frediano, costruita a fine VI secolo per volontà di Frediano, vescovo irlandese che visse a Lucca dal 560 al 588 e che, secondo la tradizione, ordinò l’edificazione di 28 chiese. La facciata si presenta molto semplice, ma è resa unica dal mosaico in stile bizantino del XII secolo raffigurante l’Ascensione di Cristo e sotto i 12 Apostoli.

Piazza Anfiteatro

L’antico Colosseo romano secoli fa ed oggi forse la piazza più nota di Lucca, un vero gioiellino di forma ellittica su cui si affacciano case ed altane fiorite che si alternano in un pittoresco saliscendi coronato da piccoli caminetti. Uno dei cuori pulsanti del centro storico, meta di turisti e Lucchesi che qui si godono l’unicità della piazza sorseggiando un drink e facendo quattro chiacchiere. Con la vostra guida scoprirete i vari utilizzi di questo luogo nel corso di tanti secoli di storia.

Vuoi goderti quest'esperienza al massimo?

Contatta la guida che ti accompagnerà

I nostri tour sono studiati per essere svolti in completa autonomia, ma puoi sempre decidere di essere accompagnato da una delle nostre guide autorizzate.

Belinda Marcucci

Nome insolito per una Lucchese doc! Guida Turistica abilitata Lucca e provincia, Accompagnatrice Turistica in Toscana.

Vedi la mia pagina su "welcome2lucca"

Potrebbe interessarti anche...

Alcuni nostri consigli sui tour simili a quello che stai visualizzando adesso

2/3 ore

Lucca e la Via Francigena, fra Santi e pellegrini

Un tour che percorre i luoghi dei pellegrinaggi soprattutto di epoca Medievale

Vai al tour!
2/3 ore

Lucca in bicicletta: pedalata panoramica sulle mura

Un tour in bicicletta con soste nei baluardi e nei punti panoramici

Vai al tour!
2 ore

I Baluardi e le Mura di Lucca

Un tour da fare a piedi sulle Mura di Lucca per conoscere i baluardi da poco restaurati

Vai al tour!
Vedi tutti i nostri tour organizzati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>