SULLE TRACCE DI PUCCINI

Un tour che percorre i luoghi che furono cari al famoso compositore lucchese

2/3 Ore 2 o più persone Foto Punti ristoro

Introduzione

Lucca lega il suo nome a Giacomo Puccini (1858-1924), che non solo è nato qui, da una famiglia di musicisti, ma ha anche rappresentato al Teatro del Giglio molte delle sue opere più importanti.

Andiamo allora a scoprire insieme le tappe principali di questo itinerario lucchese sulle tracce del maestro, magari accompagnati da una guida turistica abilitata.

Itinerario

Durante questo tour vedrai la Casa Museo di Giacomo Puccini, il Teatro del Giglio, la Chiesa dei Santi Giovanni e Reparata e il Duomo di San Martino.

La Casa Museo di Giacomo Puccini

Di origini medievali, entro le sue mura il grande compositore vide la luce nel 1858, discendente di una famiglia che da più di un secolo dominava la scena musicale lucchese.

Visiteremo gli ambienti della dimora, diventata museo e attualmente di proprietà della Fondazione Giacomo Puccini.

Potremo ammirare, tra l’altro, il pianoforte Steinway & Sons con cui il Maestro ha composto tante opere, compresa l’incompiuta Turandot.

Teatro del Giglio

Dalla prima metà dell’800 è il principale teatro cittadino; ai tempi di Puccini ha ospitato la messinscena di numerose sue opere: Edgar (1891), Manon Lescaut (1893), La Bohème (1896), Tosca (1900), Madama Butterfly (1907) e La fanciulla del West (1911), tutte personalmente allestite dal Maestro.

Chiesa dei Santi Giovanni e Reparata

Sorge su un’area insediata fin dall’epoca romana, in epoca longobarda vi si trovava la prima Cattedrale della città, mentre dall’VIII secolo la sede vescovile si trasferì presso la vicina San Martino.

Qui si svolsero, nel 1864, i funerali del padre, Michele, caratterizzati da una commossa orazione funebre che segnò il destino del piccolo Giacomo.

Cattedrale di San Martino (Duomo di Lucca)

Edificio romanico con rimaneggiamenti di epoca tardogotica, importante tappa della Via Francigena e meta di pellegrinaggio, in quanto sede del crocifisso ligneo detto “Volto Santo”.

Qui Puccini portò a compimento il rito battesimale, già somministrato presso la casa natale, e nel 1872 debuttò come assistente del secondo coro, eseguendo tra l’altro un Mottettone composto dal padre.

Durante il percorso, tra una tappa e l’altra, la vostra guida vi illustrerà la storia e gli aneddoti della vita pubblica e privata del compositore lucchese, facendo riferimento anche ad altri luoghi fisici della città legati al maestro. Potremo poi prenderci una pausa per degustare una bella fetta di buccellato , un buon gelato, o un pezzo di focaccia!

Per gli amanti della fotografia e gli Instagramers, da non perdere il costume della Turandot messa in scena nel 1926 al Metropolitan di New York, in mostra alla Casa Museo Puccini!

Vuoi goderti quest'esperienza al massimo?

Contatta la guida che ti accompagnerà

I nostri tour sono studiati per essere svolti in completa autonomia, ma puoi sempre decidere di essere accompagnato da una delle nostre guide autorizzate.

linda-paolini

Linda Paolini

Guida turistica, con il pallino per il Medioevo, attiva su Lucca e Pisa. Per i locali, propongo visite guidate tematiche all'interno del progetto Natourarte, in collaborazione con una mia collega guida ambientale.

Vedi la mia pagina su "welcome2lucca"

Potrebbe interessarti anche...

Alcuni nostri consigli sui tour della stessa durata di quello che stai visualizzando adesso

2/3 ore

Lucca e la Via Francigena, fra Santi e pellegrini

Un tour che percorre i luoghi dei pellegrinaggi soprattutto di epoca Medievale

Vai al tour!
2/3 ore

Lucca ai tempi di Paolo Guinigi

Un tour che percorre i passi della famiglia Guinigi

Vai al tour!
2/3 ore

Lucca in bicicletta: pedalata panoramica sulle mura

Un tour in bicicletta con soste nei baluardi e nei punti panoramici

Vai al tour!
Vedi tutti i nostri tour organizzati

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>