Gita ad occhi chiusi

Dato che oggi non ci possiamo spostare
Una città voglio farvi, comunque, visitare.
Non ci andremo davvero, questo s’intende,
Proveremo ad arrivarci con la mente!

Immaginatevi delle mura a forma circolare
Dove le persone possano correre e passeggiare.
Con tanti alberi e tanto prato:
ne rimarrai sicuramente affascinato!

Ti trovi a Lucca, te lo posso garantire!
Hai visto quanto è bello viaggiare senza uscire?
Ci siamo arrivati proprio così:
senza treno, auto o tassì.

Ora, mi raccomando, restiamo concentrati,
a mente larga ed occhi serrati.
Immagina un angelo dalle ali celesti
Ed uno smeraldo nelle sue vesti.

Non è un sogno, né una fantasia
Ti trovi proprio nella bella lucchesia.
Più precisamente, siamo giunti in San Michele
E la nostra gita prosegue a gonfie vele!

Dopo averti mostrato l’Anfiteatro romano,
voglio presentarti un caro amico: qua la mano!
A gambe accavallate sta seduto in poltrona,
è Giacomo Puccini in persona!

Arrivati, poi, in Via San Paolino
Ci accorgiamo di avere un languorino.
Niente paura! Risolviamo la faccenda:
è giunta l’ora della merenda!

Per saziare un grande affamato
A Lucca troviamo il Buccellato,
oppure una calda focaccina:
nulla a che vedere con la schiacciata fiorentina!

La nostra avventura per oggi è terminata,
Ma possiamo ritenerci una squadra fortunata!
Dalla nostra parte, infatti, abbiamo la tecnologia
Che da casa nostra, può portarci via.

Così, mentre aspettiamo tempi migliori,
Possiamo tutti sentirci dei grandi esploratori!

Testo di Letizia Tartari
Illustrazione di Elena Urbani

The following two tabs change content below.

Letizia Tartari

Ultimi post di Letizia Tartari (vedi tutti)

Ti è piaciuto questo contenuto? Condividilo con tutti!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>