Preparando questa ricetta, torno indietro nel tempo a quando mia mamma cucinava tanta verdura e poco baccalà, erano tempi in cui bisognava stare attenti allo spreco e allora il baccalà veniva accompagnato con una bella polenta di mais.

Raccoglievamo anche il granturco, veniva portato al mulino per essere macinato. I miei genitori non lo vendevano perché lo davano da mangiare agli animali da cortile un poco in grani e il resto veniva macinato, facevano dei pastoni per le galline, le anatre, i tacchini… questi pastoni venivano fatti con la semola, qualche rimanenza dalla cucina e un po’ di farina di mais.

Gli animali, appena vedevano il secchio, si precipitavano verso di noi.
Sapevano che arrivava il pranzo e giù uno addosso all’altro. Fra tutti gli animali che avevamo, le anatre erano le più simpatiche e intelligenti, dico questo perché avevamo una covata di anatrine con la mamma, a 500 metri da casa nostra c’è un ruscello con tanta acqua e noi, due, tre volte le avevamo portate a fare il bagno, poi una mattina alla solita ora, abbiamo fatto un esperimento, abbiamo aperto il cancello e per prima è partita la mamma anatra e dietro tutte le piccoline, noi le abbiamo seguite e con stupore sono andate nel ruscello a fare il bagno, poi fatto il bagno sono ritornate a casa e allora da quel momento tutte le mattine le mandavamo a fare il bagno da sole.

Erano altri tempi.

Ingredienti
800 gr di baccalà, dissalato, lessato e diliscato.
Un mazzo di bietola, lavata e tagliata.
2 porri, tagliati a rondelle.
2 spicchi d’aglio.
Pomodoro fresco.
Prezzemolo e rosmarino, tritati.
Olio, pepe.
Sale, all’occorrenza.

Preparazione
Prendete un tegame e metteteci l’olio, i porri, l’aglio, il rosmarino, il prezzemolo e la bietola.
Fate cuocere, girando col mestolo affinché le verdure non si attacchino al fondo.

Aggiungete il pomodoro ed un po’ d’acqua a coprire.
Lasciate cuocere per 15 minuti.

Aggiungete il baccalà lasciando cuocere ancora. Fate ritirare.

Se volete un sughetto più cremoso, prendete un pezzetto di burro, passatelo nella farina e buttatelo nel tegame. Date una grattata di limone, cuocete ancora 2 minuti, mescolate e spegnete il gas.

The following two tabs change content below.

Pola Belluomini

Ultimi post di Pola Belluomini (vedi tutti)

Ti è piaciuto questo contenuto? Condividilo con tutti!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>