Settembre Lucchese, tempo di vendemmia, un mese particolare per Lucca e le sue colline, dove si producono ottimi vini, e dove possiamo trovare fattorie che oltre a produrre e commercializzare eccellenti vini, organizzano degustazioni e giornate di partecipazione attiva alla raccolta delle uve. In passato, agricoltura e commercio si legavano, con la vendemmia ed il settembre commerciale lucchese, quando si approfittava dell’offerta fieristica di attrezzature ed utensili, per preparare le cantine delle fattorie all’imminente vendemmia. Il borgo commerciale del Giannotti, aveva negozi di botti, barili e damigiane. La vendemmia lucchese, è da sempre lavoro, festa e condivisione.

Il Rosso delle Colline Lucchesi è l’erede moderno dei vini prodotti sulle colline che circondano la città di Lucca, nei comuni di Lucca e Capannori, ovvero nell’area su cui si estendevano le proprietà più prestigiose dei patrizi della Repubblica di Lucca. Importanti fattorie, che si sono evolute nel tempo, diventando così luoghi di accoglienza turistica e di promozione di una ristorazione tipica lucchese, fatta di semplicità e buoni prodotti del territorio. Il territorio rurale della Strada del Vino e dell’Olio di Lucca, Montecarlo e Versilia, in provincia di Lucca, è unico in Toscana per l’avvolgente e penetrante bellezza dei suoi paesaggi naturali, ricchi di luce e colori.

Dalle bianche cime di marmo delle Alpi Apuane, che incorniciano il blu della marina versiliese da Forte dei Marmi a Viareggio, lo sguardo passa, senza soluzioni di continuità, attraverso i centri storici di Seravezza, Pietrasanta, Camaiore e Massarosa per arrivare lungo dolci e luminose colline a Lucca capoluogo, città ricca di storia ed arte, per poi proseguire per soleggiati pendii alla scoperta delle ville storiche nel comune di Capannori, di Montecarlo con la sua fortezza, che ci riporta ai fasti storici delle avventure di cavalieri e pellegrini e terminando ad Altopascio, la città del pane e dei Cavalieri del Tau. Questa nostra splendida terra, la Lucchesia, che racchiude una così spettacolare varietà di ambienti naturali – mare, monti, valli, colline – e centri storici, vivi custodi di una cultura millenaria, ha alimentato per secoli la nostra civiltà rurale.

Un’ antica agricoltura, che nella coltivazione della terra, della vite e dell’olivo, ha prodotto saperi e sapori strettamente legati alle nostre più vive tradizioni. Oggi il visitatore, percorrendo la Strada del Vino e dell’Olio, può vivere e gustare un “paniere” di tipicità lucchesi che, passano dai pregiati vini D.O.C. di Montecarlo e delle Colline Lucchesi alla leggerezza dell’olio extravergine di oliva D.O.P. di Lucca, dai fragranti pani dei maestri fornai di Altopascio alle produzioni artigianali di alta norcineria di Gombitelli e dei casari di montagna, ai raffinati piatti a base di pesce della Versilia con i mille colori delle qualificate produzioni ortofrutticole e floricole. Un invito a camminare per le vie della Strada del Vino e dell’Olio di Lucca, Montecarlo e Versilia per conoscere prodotti di alta qualità, apprezzare l’ospitalità dei nostri hotels, agriturismi, ristoranti e ville, visitare città d’arte e borghi storici, ed estasiarsi la sera, sulla riviera della Versilia, nella luce dorata di un magico tramonto sul mar Tirreno, accompagnati dalle arie appassionate di Giacomo Puccini. Lucca, scrigno segreto protetto da mura, terra di Toscana, dove il tempo ancora non corre.

Un vivo presente… radicato in un solido passato. I percorsi turistici ed enogastronomici Lucchesi, ed i prodotti che vi si trovano sono davvero rappresentativi del “terroir” di Montecarlo e Lucca: una combinazione della vicinanza al mare ed alle montagne che conferisce a questi vini DOC e a questo olio di eccellenza, un sapore distinto ed unico. Puoi scegliere se sederti per vivere la tua esperienza enodegustativa dentro o fuori Lucca, con menù che combinano sapientemente le proprie varietà di vini ed oli, oltre all’opzione che prevede un pranzo con specialità locali servite con i loro deliziosi vini. Oppure puoi vivere l’esperienza di partecipare attivamente alla vendemmia, conoscere la vita di una fattoria lucchese e scoprire un momento antico e fondamentale dell’agricoltura lucchese. Si può scegliere un percorso turistico a contatto con il territorio lucchese e le sue tradizioni più antiche e radicate, per vivere un’esperienza davvero particolare. Luoghi di rara bellezza, con una storia da raccontare: ecco le incantevoli colline lucchesi.

Sentieri naturalistici ricchi di tradizione contadine, ville cinquecentesche e ottocentesche di ineguagliabile bellezza decadente, colli bordati da olivi e vigneti centenari in mezzo ai quali la fede dei secoli passati ha edificato pievi e chiese dagli alti campanili sono le suggestive atmosfere attraversate dalla Strada del Vino dei Colli Lucchesi Montecarlo DOC. Itinerari e percorsi, ideali per una gita in bicicletta, dalle suggestive pendici di Pieve S.Stefano scendono fino a S.Gennaro e, oltre Montecarlo, verso le colline di Porcari e Altopascio, dove la vite si estende rigogliosa e iI paesaggio è scandito dall’antica geometria dei filari, entrare in contatto con l’artigianato tipico lucchese e i piatti tipici della zona.

The following two tabs change content below.
Tania Pracchia

Tania Pracchia

Ti è piaciuto questo contenuto? Condividilo con tutti!

Commenta l'articolo

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi utilizzare i tag HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>